explicit

E così finisce un’annata che per certi versi rimarrà memorabile una stagione iniziata in sordina, una squadra rimessa insieme dopo una diaspora che aveva sparso un po’ di gente in giro per varie squadre alla quale è stata aggiunta la verve sbarazzina di giovani virgulti.

Tutte ragazze comunque nate e svezzate in casa, con questi colori nel cuore, che hanno iniziato in punta di piedi per poi finire alla grande; sì perché queste fanciulle sono andate oltre, sono riuscite a superare ogni aspettativa facendoci palpitare e sognare fino alla fine.

Un gruppo granitico sia fuori che dentro il campo, che col cuore sono arrivate dove forse il resto non glielo avrebbe concesso.

L’illusione è svanita in extremis in una serata densa di emozioni vere, ma ci riproveremo, eccome se ci riproveremo, tutti insieme e ancora più consapevoli delle nostre forze, perché il viaggio è solo all’inizio.

A costo di essere banale voglio personalmente ringraziare dal profondo i tecnici che hanno saputo con maestria portare questo gruppo lassù dove osano le aquile, la società tutta che ha sempre supportato e sostenuto con una costanza presenza, il magico pubblico sempre al seguito e naturalmente loro, le principali artefici, brave, belle e tutto il resto, vi voglio bene: ci attende un radioso futuro e non vedo l’ora di affrontarlo.

SB

 

Ps. permettetemi un brevissimo e personale commento, da parte di chi ha lottato, sognato, gioito e pianto insieme a voi.
E’ da quando ricopro questo ruolo di “addetto stampa-web comunicator”, quindi circa due anni mese più, mese meno, che seguo costantemente le vostre partite casalinghe, che disegno le locandine, cercando di enfatizzare il gruppo, il vostro legame, la vostra amicizia, il vostro senso di appartenenza a questi colori.Non è retorica se vi dico che la vostra promozione l’avete ottenuta nel momento in cui avete capito che la forza del gruppo può sopperire al fatto di dover dipendere da una o due giocatrici “fuoriclasse”. Mai una voce fuori dal coro, mai una discussione sopra le righe, dalle più veterane alle “ancora-non-maggiorenni” vi siete aiutate nei momenti di bisogno, avete affrontato ogni gara o trasferta piene di curve, sempre con lo stesso piglio, con l’onore di indossare questa maglia “viola-fucsia” (che manderemo in pensione), ma che ed al tempo stesso la incorniceremo per memoria di chi verrà dopo di voi, per poter un giorno raccontare quali ragazze hanno avuto l’onore di indossarla, e soprattutto narrare questo splendido campionato, in cui abbiamo davvero sfiorato una grandissima impresa.
E come per tutto l’anno ha raccontato nel migliore dei modi il nostro “inviato” Stefano, riprendo le sue parole per dire che “la strada è spianata, salite sul pullman che Claudio e Alessandro vi porteranno lontano”.

Marco R.

 

INNO SALES

Volley Art Toscana Sito Web

Associazione Lorenzo Guarnieri

Lorenzo Guarnieri Sito Web

Progetto Agata Smeralda

Agata Smeralda Sito Web

Abbigliamento Sales

Magazzino Palestra Fois